4 comuni inquinanti che puoi trovare nella tua casa.
Qualità dell'aria

4 comuni inquinanti che puoi trovare nella tua casa

Ci sono inquinanti nocivi e invisibili nell’aria che respiriamo all’interno delle nostre case. Ecco alcune cose che puoi fare per migliorare la situazione.

Quando pensiamo al termine inquinamento la prima cosa che ci viene in mente è lo smog, le industrie, i gas di scarico. In realtà, ci sono numerosi inquinanti presenti all’interno delle nostre case che respiriamo quotidianamente. È fondamentale per il nostro benessere scoprire quali sono queste sostanze dannose, da dove provengono e imparare come rimuoverle per sempre dalle nostre case.

1. Formaldeide

La formaldeide è uno dei principali e dannosi Composti Organici Volatili (COV) presenti nell’aria che respiriamo quotidianamente. Si presenta come un gas incolore e dal forte odore. Questa sostanza chimica è presente in moltissimi oggetti di uso comune e quotidiano, come mobili, vernici, tessuti, prodotti per la pulizia della casa (detersivi, deodoranti per gli ambienti) e la cosmetica (lacca per capelli, smalti per le unghie).

Gli effetti della formaldeide

Gli effetti sulla salute sono molteplici. Il gas, infatti, irrita le mucose oculari e delle vie aeree. Proprio per questo nel 2004, l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha inserito la formaldeide nel gruppo dei cancerogeni con cui l’uomo può entrare in contatto per inalazione o ingestione.

Come eliminarla?

Una delle soluzioni più semplici ed immediate per rimuovere qualsiasi agente volatile dannoso per la salute è aprire le finestre per aumentare la ventilazione. Per quanto riguarda la pulizia della casa e la cosmetica si possono acquistare molte alternative green. Dimenticate i deodoranti per gli ambienti perché emettono centinaia di inquinanti nell’aria, considerate alternative naturali come gli olii essenziali. Cercate di utilizzare materiali che recano la dicitura “E1” ossia a bassa concentrazione di formaldeide.

2. Muffa

Le muffe sono dei piccoli organismi che appartengono al regno dei funghi. Durante la loro crescita, producono particelle che si disperdono nell’aria. Le spore proliferano soprattutto in presenza di umidità a causa di infiltrazioni d’acqua, scarsa ventilazione degli ambienti o poca esposizione solare.

Effetti della muffa

La presenza di muffa all’interno della casa può provocare problemi respiratori, asma, reazioni allergiche e infiammazioni. Vivere in un ambiente umido o con muffa è pericoloso soprattutto per la salute dei bambini.

Come eliminarla?

Ci sono molteplici soluzioni naturali per la rimozione della muffa: bicarbonato, sale grosso e aceto. Ma quello che noi consigliamo è sicuramente fare di tutto per prevenire la diffusione di muffa. Quando la temperatura lo consente, lasciate aperte le finestre, fate entrare il sole e l’aria. Inoltre, esistono in commercio pitture anti-muffa che lasciano traspirare le pareti.

3. PM 2.5

Il particolato è l’inquinante più diffuso nelle aree urbane. Le sue dimensioni vengono indicate con la sigla PM (particulate matter). L’origine di queste micro-particelle possono essere naturale, come la polvere, i pollini; oppure causata dall’inquinamento esterno come le emissioni dei motori, delle industrie, delle attività agricole e del riscaldamento domestico.

Effetti del PM 2.5

La presenza di PM 2.5 nell’aria può portare a mancanza del respiro, irritazione a occhi e gola, malattie cardiache e polmonari. Inoltre, L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dimostrato che l’esposizione al PM 2.5 riduce l’aspettativa di vita della popolazione in media di 8,6 mesi.

Come eliminarlo?

Il particolato entra nelle nostre case dall’esterno. Avrete sicuramente notato una patina nera sulle vostre finestre e davanzali. Per questo è fondamentale pulire bene le finestre. Inoltre, una buona abitudine è togliersi le scarpe appena entrati in casa, così da non portare in giro lo sporco e gli inquinanti dall’esterno.

4. Benzene

Il benzene è uno dei Composti Organici Volatili che troviamo comunemente nelle nostre case. Tra le principali fonti troviamo il fumo di sigaretta o di combustione (camini, stufe, candele), prodotti per la pulizia della casa, materiali da costruzione (pavimenti, vernici), mobili, moquette, etc.

Gli effetti del benzene

Alcuni degli effetti più comuni sono sonnolenza, giramenti di testa e problemi respiratori.

Come eliminarlo?

Eliminate tutte le fonti che possono produrre benzene: non fumate dentro casa, sostituite le candele classiche con quelle composte da cera d’api. Inoltre, alcune piante con proprietà purificatrici eliminano la maggior parte dei COV, tra cui il benzene. Tra le più efficaci troviamo l’aloe vera, il ficus benjamina e la felce di Boston. 

Natede

Natede aiuta ad affrontare tutti e quattro questi inquinanti comuni. Con Natede a casa tua, hai fatto il primo passo per garantire a te e ai tuoi cari, un’aria più pulita, più fresca, più pura e priva della maggior parte dei contaminanti e delle tossine.

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.